#IoNonVotoM5s boomerang o no?

tweetConcordo con Vito Costa che, ai militanti PD sui social, chiede di non buttarsi nella baruffa. Anche per me i social dovrebbero essere usati più per diffondere le proprie idee, il programma, rispondere a chi è in dubbio etc…
Detto questo io ieri non ho seguito la vicenda di #iononvotoM5S, ho visto qualche tweet, ma ovviamente la percezione è ‘falsata’ dal fatto che tra i miei contatti ci siano, per lo più, militanti PD e meno quelli dei 5 stelle. Sta di fatto che oggi mi imbatto in un articolo del Il Fatto Quotidiano che titola; “#iononvotoM5S, boomerang contro Pd. E su Twitter spunta #Brunochiedi (a Grillo)“.
Mi incuriosisce, non è il primo hashtag che “cambia verso”. Alla fine dell’articolo ho l’impressione di un giornalismo “un tanto al chilo”.
Nel pezzo non trovo numeri che spieghino se davvero l’hashtag è stato un boomerang, quanti i tweet a favore, quanti contro? Nulla, nada. Resta uno storify che colleziona ben, tenetevi forti, 13 tweet di scherno. 13, a fronte di hashtag popolato da oltre 23.000 tweet nelle ultime 24 ore.

L’hashtag riscuote molto successo sul sito di microblogging e, nel momento in cui scriviamo, è arrivato a oltre 19mila mentions, raggiungendo il numero di ricorrenze nella giornata di #vinciamonoi. Numeri che, tuttavia, non dimostrano che tutti gli elettori che lo utilizzano siano contro il Movimento 5 Stelle. Al contrario, come ben spiegano i tweet segnalati, l’hashtag viene spesso ripreso per prendersi gioco del Pd.

In tutto (tra storify e tweet citati si contano 24 tweet negativi (non è dato sapere se da parte di 24 utenti diversi o meno).

Resta il fatto che avrei preferito un #votoPDperché e che la “guerra degli hashtag” non porta voti.

  1 comment for “#IoNonVotoM5s boomerang o no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: