Vip di Torino – la pagina che svela l’infantilismo dei grandi

Da qualche giorno in molti hanno scoperto il mondo dei “Vip di Torino” (la pagina è cresciuta di circa 5mila like in 12 ore). I ‘protagonisti’ della pagina sono dei ragazzini. (li racconta in un bell’articolo La Stampa “Piazza Carlo Alberto, il regno dei ‘vippini‘). Postano foto in pose da ‘bimbi-minkia’ con racconti delle loro ‘giornate tipo’ (che comprendono colazioni al Mac, sere allo Chalet… ma mai la scuola)
Leggerli fa sorridere. I ‘vip’ hanno una sedicina di anni (anche meno) sono ragazzini, se guardate la pagina non c’è razzismo, non c’è omofobia.
Chi mi innoridisce, invece, sono quelli che, avendo dai 30 anni in sù, in queste ore stanno commentando queste foto. Si usa l’omossessualità come offesa, si dà della ‘cagna’ alle ragazzine (le ragazze si mettono in pose ‘provocatorie’ da adolescenti) o del mostro ad altre.
In questi giorni si è parlato molto dell'”odio che corre sul web“, internet che “spinge al suicidio”, si è addossata la colpa al social-network ‘ask.fm’… La verità è che la rete è fatta di persone e non è internet a spingere i ragazzini al suicidio, sono le persone che fanno parte della rete. E se a volte gli adolescenti sanno essere spietati nella loro divisione tra ‘cool’ e ‘sfigati’… beh… in quella pagina sono gli adulti a non farci una bella figura

  4 comments for “Vip di Torino – la pagina che svela l’infantilismo dei grandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: