Questo non è Il Messaggero

Qui siamo su Facebook, non vorrete mica notizie selezionate?”
Questo il succo delle risposte che il social media manager de “Il Messaggero” ha dato a chi, sulla pagina Facebook del giornale, commentava la decisione di dare rilevanza all’affaire tra Belen Rodriguez e il marito Stefano De Martino.

Va ben oltre, nelle sue risposte. Arriva a scrivere “Questo non è Il Messaggero, è la pagina Facebook del Messaggero“. Eppure la pagina Facebook in questione porta il nome dello storico giornale romano e ha anche la ‘spunta’ della verifica.

Schermata 2015-03-22 alle 19.43.49

Quindi, sì, quella pagina fa parte a tutti gli effetti della testata “Il Messaggero”, e come viene gestita influenza la reputazione del giornale.

In parte ha ragione il social media manager, la presenza in rete permette di dare più notizie di quante non se ne diano sull’edizione cartacea. Il punto è che sia sulla carta, sia che si usino sito o pagine social il brand del giornale è lo stesso, e le responsabilità verso i lettori non cambiano.

Se sono abituati alla qualità su carta non si aspetteranno di trovare notizie ‘scadenti’ altrove, ma di ottenere approfondimenti e breaking news.

è come se, dopo aver insultato qualcuno su Facebook io dicessi “Questa non è Francesca, è la pagina Facebook di Francesca. E fa un po’ quel che pare a lei”

p.s. grazie a Luca Alagna e Enrico Giammarco per la segnalazione

 

  13 comments for “Questo non è Il Messaggero

  1. mp
    26 marzo 2015 at 21:39

    Non solo. Oltre a tutto quello che scrivi tu, si potrebbe anche considerare come sia una mossa anti-economica. Se per assurdo tutti i commentatori smettessero di scrivere cose come questa (e magari anche tutte le varie forme di “chissenefrega”) i commenti a notizie simili crollerebbero del 90% (o anche più).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: