Per fare certe cose ci vuole orecchio

Ieri si è votato in Emilia Romagna e in Calabria. Ha vinto il PD. Bene. Il problema è il come ha vinto.
Per quanto riguarda l’Emilia Romagna i dati storici sono questi, direi che parlano da soli. Non si tratta di una ‘lieve flessione’ dell’affluenza, ma di un vero e proprio crollo verticale.

Regionali 2010
Affluenza 68,07%
Errani 1.197.789
PD 857.613
Politiche 2013
Affluenza 82,10%
PD 989.810
Europee 2014
Affluenza 69,99%
PD 1.212.392
Regionali 2014
Affluenza 39,96
Bonaccini 615.723
PD 535.109

I dati parlano da soli, e raccontano di una regione che ha sempre votato, ma che questa volta, evidentemente, non si è sentita coinvolta.
Sia chiaro, non faccio parte di chi addossa il risultato sul governo nazionale, se le cose sono andate così la causa è da cercare in Emilia Romagna, nel partito (qui sì, anche nazionale) e nella campagna elettorale condotta.
Ecco, a questo proposito ho trovato molto fuori luogo i commenti festanti dei dirigenti di partito e del presidente del consiglio, che derubrica a ‘chiacchiere’ le preoccupazioni sul crollo dell’affluenza.
Forse fermarsi a riflettere può far bene a molti. Perché per certe cose, ci vuole orecchio.
[Per la citazione della canzone si ringrazia Chiara Geloni che l’ha postata ieri… i grassetti sono i miei ;)]

E la bobina continua a girare
sì ma la base va avanti anche da sola
e noi che abbiamo tutta la voce in gola?
Ma senza base non si può cantare,
e con la base non si può stonare,
non si può sbagliare.
Perché…

Perché ci vuole orecchio,
bisogna avere il pacco
immerso, intinto dentro al secchio,
bisogna averlo tutto,
anzi parecchio…
Per fare certe cose
ci vuole orecchio!
Bisogna avere orecchio,
bisogna avere il pacco
immerso, immerso dentro al secchio,
bisogna averlo tutto,
anzi parecchio…
Per fare certe cose
ci vuole orecchio!

Eh, dal vivo oggi non si può più suonare,
l’orchestra è ormai quattro battute dopo
I fiati hanno già fatto il loro gioco,
anche il sassofono va via in gol e lascia fare,
e noi come dei pirla qui a provare,
ma con l’orchestra non si può sbagliare,
perché…

Perché ci vuole orecchio
bisogna avere il pacco
immerso, immerso dentro al secchio,
bisogna averlo tutto,
anzi parecchio…
Per fare certe cose
ci vuole orecchio!
Bisogna avere orecchio,
bisogna avere il pacco
immerso dentro al secchio,
bisogna averlo tutto, tanto
anzi parecchio…
Per fare certe cose
bisogna avere orecchio!

Chi ha perso il ritmo si deve ritirare
non c’è più posto per chi sa far da solo,
due note e un si bemolle fuori luogo
Vietato di fermarsi anche a respirare
che qui la base continua a girare,
chi non sa stare a tempo, prego andare.
Perché… perché… perché…

Perché ci vuole orecchio
bisogna avere il pacco
immerso, immerso dentro al secchio,
bisogna averlo tutto,
anzi parecchio…
Per fare certe cose
ci vuole orecchio!
Bisogna avere orecchio,
bisogna avere il pacco
immerso, immerso dentro al secchio,
bisogna averlo tutto,
tanto…anzi parecchio…
Per fare certe cose
ci vuole orecchio!
Bisogna avere orecchio,
bisogna avere il pacco
immerso, immerso dentro al secchio,
bisogna averlo tutto,
tanto…anzi parecchio…
Per fare certe cose
ci vuole orecchio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: