Le app per gestire Twitter su smartphone

Gestire i social dai propri dispositivi mobili è sempre più una necessità.

Mentre per le pagine Facebook esiste un’applicazione ad hoc, che permette raramente di confondersi, per quel che riguarda Twitter vi potrà capitare spesso che gestendo più account da un unico device vi ritroviate a ricevere notifiche per conto di uno o dell’altro, di trovarvi pronti a twittare con il profilo sbagliato e accorgersene troppo tardi.

Io, personalmente, per mettere la parola fine all’ansia del secondo dopo l’invio (quando arriva inevitabile la domanda: “Era il mio account, vero?!”), uso applicazioni diverse per ogni cliente.

Sono diverse, hanno icone diverse, sono in ‘luoghi’ diversi sul mio ipad. Così sono serena.

(applicazione ufficiale esclusa)

Hootsuite: ne ho già parlato in diversi post. è l’app dell’omonimo servizio di gestione social, quindi è necessario che vi iscriviate alla piattaforma.

Molto comoda soprattutto se dovete gestire un live-tweeting da device mobile o se avete bisogno di tenere monitorate liste e hashtag specifici.

Anche se dovete occuparvi di un profilo che segue molte persone, per non disperdere l’attenzione sui troppi tweet che compongono la timeline potrete creare una lista ad hoc e vedere direttamente quello.

Lo potrete, infatti, settare con diverse colonne in base alle vostre esigenze. Da qui potrete anche gestire profilo e/o pagina Facebook. (Applicazione gratuita, sia per iOS che per Android)

Buffer: anche in questo caso si tratta di un’applicazione legata ad una piattaforma di gestione social. In questo caso potrete solo comporre ed inviare i tweet / post Facebook, ma non vedere cosa scrivono gli altri. Quindi è molto utile se dovete scrivere dei tweet, o controllare quelli che avete programmato sulla piattaforma. (Applicazione gratuita, sia per iOS che per Android)

Tweetcaster: versatile e intuitiva, forse un po’ ‘rumorosa’ come grafica, ma c’è da dire che è completa e molto utile. Permette di collegare più account twitter e un profilo Facebook (funzione utile, quest’ultima, solo per la pubblicazione, non per il monitoraggio).

Potrete anche personalizzare il colore del tema di ogni account collegato (anche questo è un buon ‘trucco’ per non confondersi), visualizzare le liste twitter.
Inoltre l’aggiornamento della timeline è in modalità streaming, quindi vedrete ‘scorrere’ il flusso dei tweet in tempo reale. 

L’applicazione vi permette di personalizzare la dashboard iniziale. Io, ad esempio, ho impostato le ricerche salvate e le più recenti, i Trending Topic italiani, i tweet di chi è nelle vicinanze e i consigli su chi seguire. 

Collegando l’app a Buffer avrete la possibilità di schedulare i vostri tweet

L’applicazione per Ios e Android è gratuita, ma per togliere le pubblicità dovrete pagare da 3,77€ a 4,99, a seconda del sistema operativo.

Echofon: Grafica molto spartana, potrete personalizzare lo sfondo tra nero e bianco, collegare più account twitter, vedere le liste, le ricerche salvate e i trending topic. 

Anche in questo caso la visualizzazione dell’aggiornamento della timeline è in streaming (funzione che potrete anche disattivare se seguite molte persone) e, anche qui, collegandosi a Buffer potrete programmare tweet.  

L’applicazione per Ios e Android è gratuita, per avere la versione senza ads dovrete pagare tra i 3,91€ a 4,99, a seconda del sistema operativo.

Twitterrific: altra applicazione veramente completa e utile. Potrete personalizzare lo sfondo (tra nero e bianco), il font e la grandezza, la dimensione della pic degli altri utenti, decidere se vedere le immagini aperte o piccole sulla destra del tweet. 
Al momento del primo accesso avrete in alto le tab: timeline, citazioni, messaggi. Le ultime due possono essere sostituite in base alle vostre esigenze, ad esempio con una delle liste vostre liste, o una delle ricerche che avete effettuato.
Interessante la funzione Today: una raccolta delle attività dei vostri follower, preferiti, Retweet e nuove perone seguite. 
Con Muffle potrete ‘silenziare’ account, hashtag e link fastidiosi.

L’applicazione è disponibile solo per IOS 

Voi, cosa usate? Con cosa vi trovate meglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: