Perché ti serve un’agenda

Ok, siamo nel 2017, quasi tutti abbiamo uno smartphone, tablet, usiamo tutte le app possibili e i servizi online eppure… io oggi scrivo un post sull’importanza dell’agenda cartacea.

Io, la stessa persona che è passata senza troppe paturnie dall’odore dei libri di carta al digitale, che adora Google e tutte le sue applicazioni, tra cui il Calendar, non posso fare a meno dell’agenda di carta.

Ci ho provato. Anni fa a gennaio decisi di non comprare l’agenda “tanto ho tutto sul calendar, mi arriva la notifica dell’appuntamento… che me ne faccio?”. Bene, dopo qualche mese sono corsa in cartoleria per prenderne una, ero persa.

È vero, c’è la notifica che ti ricorda che devi andare dal dentista, ma a meno di non impostare per tutti gli appuntamenti 3 o 4 notifiche che ti ricordino quell’evento potreste trovarvi a ricevere il reminder a ridosso dell’appuntamento stesso, magari mentre siete nel mezzo di una riunione.

Beh, in questi giorni ho avuto la prova di quello che pensavo quel giorno in cartoleria: scrivere imprime nella mente i concetti, gli appuntamenti, per questo si dimentica più facilmente quando si affida tutto al digitale.

Allora, bando alle ciance, una breve panoramica tra le agende che potrebbero tornarti utili per organizzarti al meglio (parola di disordinata cronica).

La prima scelta da fare è sul formato:

  • A4 (ottima da tenere sulla scrivania, ma poco pratica se volete portarla in borsa)
  • A5 (Grande abbastanza per chi scrive tanto, la portabilità in borsa è molto personale)
  • Personal (Meno spazio per i vostri appunti, ma ottima per essere portata con sé)
  • Pocket (formato perfetto per chi è sempre in giro, ma poco spazio per gli appunti)
  • Planner settimanale (potrete optare per un semplice strumento da scrivania)
Fonte: https://it.pinterest.com/vally80/freebies-plannerism/

Fonte: https://it.pinterest.com/vally80/freebies-plannerism/

Ora passiamo alla seconda scelta:

  • giornaliera (un foglio per ogni giorno, quindi molto voluminosa)
  • Settimana su due fogli (si riduce il volume e abbiamo un colpo d’occhio sugli impegni della settimana)
  • Settimana su un foglio (Ingombro minimo, poco spazio per scrivere appuntamenti e memo all’interno delle giornate, ma spesso è accompagnata da un foglio bianco per gli appunti sulla facciata accanto)
  • Settimana su un foglio in orizzontale

E, infine, l’ultima scelta: ad anelli o classica?

  • Con un’agenda ad anelli potrai continuare a utilizzare il “binder” (il raccoglitore) anche negli anni futuri, cambiando solo i refill interni e potrai anche aggiungere  degli inserti utili alla tua organizzazione (ad esempio delle to-do list; il piano alimentare; la lista dei libri letti…);
  • L’agenda classica (quella che spesso regalano le banche, per intenderci) verrà archiviata a fine anno (io le conservo tutte, anche perché annoto incontri, eventi, foto etc) e non potrete aggiungere molto.

Per molti anni io sono stata fedelissima alla Moleskine giornaliera in formato pocket, ma da questa estate mi sono accorta di aver bisogno di qualcosa di diverso, un po’ più personalizzabile all’interno, che potesse raccogliere diverse cose (appuntamenti, liste, appunti…) senza che fosse tutto mischiato nella stessa pagina. E di una vista della settimana completa. Così ho optato per una Filofax personal, mi sono fatta fare dei refill personalizzati (tema Peanuts, ça va sans dire) e ho iniziato a usarla.

Quale scegliere? Entrando in una cartoleria, in libreria o andando su Amazon avrai una grande scelta. Queste sono quelle più famose/originali o comuni.

Rilegate.

Moleskine: un grande classico, un’agenda in diversi formati che accontenta tutti, con copertina rigida o morbida.
Potrai scegliere tra la tradizionale copertina nera, quelle colorate o le edizioni speciali (Peanuts, Piccolo Principe, Batman, Alice in Wonderland…). Esiste anche la versione con 12 quaderni di colore diverso, uno per ogni mese.

Dal sito si possono scaricare anche dei template ad hoc per arricchire l’agenda.

Legami: L’azienda milanese produce diversi tipi di agende. Ce ne sono alcune molto simili alle Moleskine e altre a spirale. Anche qui avrete diversi formati e potrete scegliere tra copertine a tinta unita o con simpatiche fantasie o frasi.
Ad esempio, se sei un’amante dei gatti

 

Mr. Wonderful: se vuoi un’agenda allegra e spiritosa questa fa al caso tuo. Il brand spagnolo ha conquistato tante anche in Italia grazie a uno stile colorato e allegro. Chi non vorrebbe mettersi un unicorno nella borsa per iniziare al meglio ogni giornata?

Sono disponibili anche dei planner da scrivania giornalieri o settimanali

Se ami l’arte e vuoi portarla sempre con te Kaos fa al caso tuo. Agende giornaliere o settimanali con copertine che riproducono quadri famosi.

Happy Planner: se cerchi una combinazione tra agenda,  diario, to do list e un album di foto questa agenda fa al caso tuo. Con rilegatura a spirale puoi aggiungere fogli con un piccolo “trucchetto”, forare il foglio da inserire e fare un piccolo taglietto in corrispondenza degli anelli, in modo da incastrarlo.
La linea di planner di Heidi Swapp è caratterizzata da un design colorato e frasi motivazionali.

Se sei in cerca di un planner da scrivania potresti trovare qualcosa anche da Tiger, che ha anche agende classiche.

Jpeg

Jpeg

 

Anelli.

Come dicevo in questo caso potrai acquistare la prima volta l’agenda completa e poi, i prossimi anni, cambiare solo la parte interna.

Filofax:  Quando si parla di agende è uno dei primi nomi che viene in mente. Il raccoglitori ha 6 anelli (3 sopra e 3 sotto), la maggioranza delle altre marche ha la stessa disposizione (“bucatura filofax”), quindi se vorrai cambiare agenda potrai portare nella nuova i refill che utilizzavi (a patto che le due agende abbiano la stessa grandezza).
Ottimi materiali e varietà di colori e modelli. La troverai già composta da: settimana su due pagine, fogli a righe, fogli di To-do list.

 

Ci sono diversi marchi che vendono dall’estero. Per quanto riguarda l’acquisto da fuori Europa ricorda che superando una spesa di 22€ (escluse le spese di spedizione) potresti incorrere nelle spese doganali.

Kikki-k

Paperchase

Dokibook (c’è anche una sezione “rejects“, agende con piccoli difetti che però non intaccano la funzionalità, con prezzi scontati. Attenzione: comprando in quest’area accetti un prodotto difettato e non potrai inviarlo indietro. Mediamente si tratta di piccole imperfezioni estetiche. A me è andata bene, se il difetto c’è non si nota ;) )

Qualche mese fa anche Tiger aveva messo in vendita un’agenda ad anelli.

Per quanto riguarda i refill puoi comprarne di standard, o cercare qualcosa di più particolare su Pinterest o comprarli su Etsy. Infine puoi fare una ricerca su Facebook, ci sono molte ragazze che ne creano su misura (i miei sono stati fatti da Chiara).

password

refill personal

 

 

 

 

 

Potresti anche farteli da sola, qui Margherita spiega come creare i refill. Ti basterà, poi, armarti di taglierina e foratrice.
Se cerchi un’agenda super-completa puoi provare con l’Insplagenda (formato a5). Io quest’anno mi sono affidata a loro per avere un 2017 super produttivo.
Anche se vuoi usare dei tuoi refill iscrivendoti riceverai del plug-in utilissimi, ad esempio: il tracker mensile, per mantenere le buone abitudini o le “inspladutch” (degli inserti tematici che coprono solo metà della pagina, così da avere comunque visibili gli appuntamenti. Utilissime ad esempio, per la spesa settimanale o per organizzare la valigia per il week-end). Se poi fai la tessera la mail con gli inserti diventa settimanale ;)

Se poi sei un’esperta di scrapbooking, impazzisci per sticker, washi etc puoi sempre buttare un occhio su Aliexpress, troverai di tutto. Attenta alle spese doganali (superando i 22€ da ogni venditore, se compri da venditori diversi avrai pacchetti e invii separati) e al tempo di spedizione (potresti dover aspettare più di un mese).

Io mi limito a un po’ di washi, qualche adesivo e tante foto stampate con la mia fidata stampante istantanea Lg, invidio tantissimo chi sa disegnare e scrivere con stili da ammanuense. Io resto con i miei pesciolini rossi (il massimo della mia capacità di disegno)

Jpeg

Jpeg

 

 

Io, alla fine, mi sono accorta che la personal va benissimo per andare in giro, ma per pianificare e lavorare mi serviva più spazio, così ho comprato un A5.
A Natale i miei amici mi hanno regalato la Moleskine settimanale pocket, che sarà la mia agenda da borsa. ;)

Tu usi un’agenda? Hai già deciso cosa usare per questo 2017?

 

 

  2 comments for “Perché ti serve un’agenda

  1. CinziaDaniela
    18 gennaio 2017 at 11:39

    Quest’anno sono ritornata all’agenda cartacea anche io. Ho comprato una bellissima e morbidissima Letts, alla Feltrinelli. È fucsia, ero in una grigissima Milano, avevo bisogno di brio.

  2. 11 febbraio 2017 at 23:10

    Cercavo idee per migliorare l’organizzazione della mia agenda e ho trovato il tuo blog. E ho scoperto che fai parte del gruppo Insplagenda. Mi sa che tutte noi blogger prima o poi finiamo lì :D
    Io comunque al momento sto sperimentando una versione ibrida di bullet journal e settimanale per segnare le ore di lavoro, mi manca solo qualche idea su come organizzare le varie idee che mi vengono in mente per il blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: