6 Dicembre 1990, la strage del Salvemini

Facciata salvemini
Era il 6 dicembre 1990, all’uscita di scuola i nostri genitori avevano gli occhi pieni di ansia e di paura. In realtà avevamo sentito qualcosa anche noi in classe. Ma non ci avevamo capito molto.
La sera a casa la notizia era su tutti i telegiornali, sapemmo tutto. Alle 10.30 un aviogetto da addestramento Aermacchi MB-326, si schiantò sull’Itc Salvemini di Casalecchio di Reno, entrando nell’aula della 2A e uccidendo sul colpo dodici studenti di 15 anni e ferendone gravemente 4 e l’insegnante di tedesco che stava tenendo lezione in quel momento.
Il pilota (e unico a bordo) aveva perso il controllo sopra Casalecchio di Reno, resosi conto che l’aereo era ingovernabile, lo abbandonò lanciandonsi con il seggiolino eiettabile per poi posarsi con il paracadute sulle colline di Ceretolo (un piccolo centro vicino Casalecchio) e riportando alcune fratture. Intanto, l’aereo andò a schiantarsi contro la scuola. Il combustibile fuoriuscito prese fuoco, incendiando l’edificio.
Per giorni mi cibai di giornali, lessi tutto e non capivo, come non capisco ora, perché si facessero esercitazioni militari in città, perché un aereo militare volasse a così bassa quota.
non capivo, e avevo paura a ogni rumore d’aereo sulla mia testa….
Ma tutti sembrano aver dimenticato quel 6 dicembre di 24 anni fa
macerie salvemini

  1 comment for “6 Dicembre 1990, la strage del Salvemini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: