letture

La solitudine del Sovversivo – Marco Bechis

“La memoria, se non serve nel presente a costruire un futuro migliore, non serve a nessuno” In questo libro bibliografico Marco Bechis racconta la sua esperienza di sopravvissuto alla repressione della dittatura argentina. Un viaggio che parte dal 19 aprile 1977, quando 20enne viene rapito all’uscita dalla scuola che frequenta e viene trascinato al “Club Atlético”, carcere illegale in cui… Read more →

Patria

Capita spesso che la narrativa riesca a dare voce a momenti drammatici della Storia. Accade anche leggendo ‎Patria di Fernando Aramburu  Un romanzo con tante voci, che ci fanno entrare nella storia da diversi punti di vista e angoli e ci parlano del terrorismo dell’ETA basca. Patria è la storia di due famiglie molto unite, che verranno divise da un… Read more →

L’Allieva – Alessia Gazzola

L’Allieva di Alessia Gazzola è il primo libro dell’autrice messinese. Un giallo che ha come protagonista Alice Allevi, una specializzanda in medicina legale. La dottoressa si trova a occuparsi della morte (suicidio, fatalità, omicidio?) di una ragazza che aveva incontrato il giorno stesso della morte. Se devo dare il mio parere sulla trama e sul giallo vi dico: lasciate stare.… Read more →

Ticket Books – Il libro che è un biglietto della metropolitana

Il mio posto preferito per leggere? Un divano, su cui allungare le gambe, poggiare le spalle e… partire leggendo. È, però, anche il luogo in cui, a dir la verità, leggo meno. Vuoi per mancanza di tempo da passare stesa sul divano, vuoi perché, se devo essere sincera, mi ci addormento dopo una decina di pagine. In realtà il posto… Read more →

Partecipa al torneo letterario #IoScrittore

Un aforisma anonimo dice: “I sogni nel cassetto fanno la muffa”. Stessa cosa vale per i manoscritti. Così se avete un libro nel cassetto (inedito, mi raccomando), è ora di fargli prendere aria, dare qualche aggiustatina e provare a partecipare a IoScrittore, il Torneo Letterario da GeMS (gruppo editoriale che riunisce le case editrici: Longanesi a Guanda, da Garzanti Libri a TEA,… Read more →

Polvere – Amianto mai più

Da “Polvere – Amianto mai più” di Massimo Carlotto  “Il cantiere è come un buon papà” dicevano le maestre. Il mio papà, invece, quando tornava dal lavoro luccicava come un re. Una polvere luminosa gli ricopriva la tuta, il viso i capelli. La mamma prima di abbracciarlo spazzolava per bene e la polvere riempiva la stanza come una nuvola. Io rimaneva… Read more →

Ninna nanna del chicco di caffè

E poi, a quasi 32 anni, ti ricordi di una ninna nanna che ti cantavano quando eri piccola. E capisci molte cose. Ninna nanna mamma portami con te nel tuo letto grande solo per un po’ una ninna nanna io ti canterò e se ti addormenti mi addormenterò. Ninna nanna mamma insalata non ce n’è sette le scodelle sulla tavola… Read more →

Rodari – Se la grammatica è anche fantasia

  Ho già scritto dell’imprenscindibilità di Rodari, credo sia impossibile immaginare un bambino che non abbia mai sentito una sua filastrocca. Che non abbia imparato una regola grammaticale attraverso quegli strampalati nonsense. Perché questo era Rodari, non la filastrocca zuccherosa per bambini. Ma le regole della grammatica inse gnate attraverso il filtro della fantasia. Io chiudo le parentesi perché non… Read more →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: